Mindfulness e Training Autogeno

MINDFULNESS

mindfulness_poster_UK

Disturbi psicosomatici? Dermatite? Problemi gastrointestinali? Il metodo Mindfulness di comprovata efficacia può aiutare le persone a risolverli. Di cosa si tratta? 

La Mindfulness è uno stato mentale,“una modalità dell’ essere, non orientata a scopi, il cui focus è il permettere al presente di essere com’è e di permettere a noi di essere, semplicemente, in questo presente” (Teasdale), che può essere coltivato e stabilizzato attraverso particolari tecniche.

E’ uno stato mentale non concettuale,non-discorsivo, non-linguistico, e  che soprattutto “apre” a degli insight che portano alla comprensione profonda del funzionamento della mente stessa.

Questo modo di essere può offrire un luogo di sicurezza e pace ”una base sicura” – che è innata nella nostra naturale costituzione.“E’stupefacente quanto sia liberatorio l’essere capaci di vedere che i tuoi pensieri sono solo pensieri e che non sono “te stesso” o “la realtà”…il semplice atto di riconoscere i tuoi pensieri come pensieri, può renderti libero dalla realtà distorta che essi spesso creano e genera un maggior senso di chiarezza e di padronanza sulla tua vita”Kabat-Zinn (1990, pp.69-70)

Non è facile rendere a parole ciò che si riferisce innanzitutto ad un’esperienza vissuta, a uno stato mentale, ad uno stato di coscienza. Proprio per tale motivo, cioè per favorire una comprensione diretta attraverso l’esperienza, spesso si sceglie di non tradurre il termine inglese mindfulness(a sua volta derivato dall’originario termine sati in lingua pali). Le traduzioni più immediate, ossia “consapevolezza, attenzione, attenzione sollecita, presenza mentale, piena presenza”, rischiano infatti di dare il via ad una serie di associazioni semantiche svianti e non esaustive.

Nell’ottica di inquadrare concettualmente il fenomeno e sfatare alcuni possibili  fraintendimenti, può essere utile dire cosa la mindfulness non è:

-una fuga dalla realtà: è piuttosto essere profondamente radicati nella realtà
-una forma di trance: la mente mindful è caratterizzata da lucidità e chiarezza
-una condizione “mistica”: viene superata la divisione corpo e mente
-una modalità di rilassamento: anzi la mente minful è in grado di “contenere” tensione, stress e sofferenza

La Mindfulness viene trattata da :

foto222Dott.ssa Irene Armato

Il dolore che abbiamo sofferto in passato ha molto a che fare con ciò che siamo oggi
W. Glasser

 

 


TRAINING AUTOGENO

Il Training Autogeno (T.A.), cosi’ come proposto e divulgato dal fondatore del metodo J.H.Schultz (1932-1970), e’ oggi uno dei metodi psicoterapici piu’ facilmente impiegabili nel trattamento di gran parte delle turbe neuropsichiche.
Il T.A. e’ uno strumento ormai cosi’ diffuso che di esso si avvalgono sia le persone bisognose di riequilibrare funzioni alterate, sia le persone “sane” che desiderano migliorare la propria qualita’ di vita.
“Training” = allenamento, esercizio sistematico per la formazione di se stessi (processo che appartiene alle funzioni superiori dell’apprendimento)
“Autogeno” = che si genera da se’
Tutto il cambiamento dell’unita’ biopsichica in termini di tranquillizzazione neurovegetativa, di amplificazione di sensazioni, di mutamento dello schema corporeo, di straordinari vissuti psichici e’ come se si offrisse al soggetto in modo del tutto spontaneo, come qualcosa che emerga dagli strati psicosomatici piu’ profondi dell’organismo senza che si adoperi in nessun modo per favorire tale processo.
Per comprendere che tipo di allenamento e’ quello che riguarda il T.A., bisogna rifarsi al concetto di commutazione che vuol dire cambiare uno stato di cose ormai stabilmente strutturato.

-Dal punto di vista fisiologico cambiano le relazioni fra le strutture del sistema nervoso, soprattutto a livello neurovegetativo.
-Dal punto di vista psicologico, commutare significa cambiare atteggiamenti mentali radicati, usare in modo diverso il pensiero, l’attenzione, la concentrazione.

Nella vita quotidiana ci si addestra a fare qualcosa, nel T.A. al contrario ci si avvicina verso il non fare.
Con l’allenamento del T.A. conquistiamo la capacita’ di staccarci dalla passione di agire, di operare sulla realta’ per adattarla ai nostri fini: nel Training Autogeno ci si allena a non allenarsi!

Il Training Autogeno viene trattato da :

Dott.ssa Irene Armato

foto222

________________________________________________________________________________

Dott.ssa Sabrina Rosellino

IMG_6852


error: Content is protected !!